Utopia (1998)

Così davvero credi

di poter mutar acqua in ambrosia,

pezzi di pietra in ali per volare,

una goccia di pioggia in un oceano?

Se son presso a morire,

eventi d’irrazionalità mi plasmano,

riducono i giorni in istanti,

la bora in una brezza,

una marea in un’onda.

I rombi circostanti,

nella spirale che mi racchiude,

sono forse l’insegne della pace

o i solchi della trincea?

Così davvero credi

di poter strappare

un fiore da un campo falciato,

la luna da un cielo ottenebrato,

un cuore da un petto rinserrato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...