Sul tetto del mondo

Sul tetto del mondo ti hanno regalato le ali:

hai volato, sì, hai volato alto, veloce e libero!

Hai cavalcato il vento, piroettando con gli angeli.

Hai picchiato sulle onde agitate, sfidandole.

Hai puntato al Sole, superando le nuvole,

ne hai sentito il calore vicino, fino quasi a bruciare.

Hai orbitato attorno al mondo, nelle notti d’Agosto,

mimetizzandoti tra le stelle, nel cielo intarsiato.

Ora sei sul tetto del mondo, guardi il vuoto,

esiti a saltare, temi la caduta, lo schianto.

Senti le tue ali ritrarsi, livide ed avvizzite,

sotto il peso del vuoto che hai dentro.

Lasciati precipitare, sereno: si apriranno,

perché sono sulla tua schiena, ancora:

non erano un regalo, ma una conquista.

Chiudi gli occhi e perdi l’equilibrio,

il tetto del mondo è solo il decollo.

2 pensieri su “Sul tetto del mondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.