Bar Mefisto (2015)

Un altro testo vecchio, un’altra vecchia canzone… Oggi più vera che mai!

Quante volte sei già morto stanotte?

Quante porte hai già chiuso stanotte?

È così facile renderti inafferrabile.

Quante strade hai già percorso stanotte?

Quante facce hai già cambiato stanotte?

È incredibilmente semplice

renderti incontrollabile

Resta quanto vuoi,

il mio bancone non chiede che questo.

Torna quando vuoi,

nel mio inferno non si chiede permesso.

Parlane con me,

il rimedio, tanto, è sempre lo stesso.

Sono qui per te…

Mi vendi l’anima a peso,

io ti pago, d’inteso,

con più veleno che ho.

Quante volte ti sei ucciso stanotte?

Quante vite hai stroncato stanotte?

Ora c’è il vuoto intorno a te,

prova a chiederti perché.

Cosa speri di ottenere stanotte?

Cosa speri di ottenere ogni notte?

Tanto ritorni sempre qui,

perché dico sempre di sì.

Resta qui con me,

il dolore puoi lasciarlo all’ingresso.

Non andare via,

un altro giro qui ti è sempre concesso.

Tanti, come te,

hanno occupato quello stesso sgabello

Sono ancora qui…

Gli ho preso l’anima a sorsi,

si sono persi perché

sono tornati da me.

Ci pensi mai?

È davvero quello che vuoi

mutare in quello che non sei,

rinnegando perfino te stesso?

Sarebbe così facile,

Se ti accettassi un po’ di più,

guardando il mondo intorno a te,

senza cercare miracolo esterno.

2 pensieri su “Bar Mefisto (2015)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...