“Devo dirvi alcune cose”: Adrian Fartade, l’uomo dietro lo youtuber.

[Tempo di lettura stimato: 4 minuti (+7 di video facoltativi)]

Adrian Fartade è uno youtuber di 37 anni e si occupa di divulgazione scientifica: ieri mi ha commosso.

Salve blogoline e bloggolini, come state? È da un po che non mi faccio leggere e devo dirvi che ultimamente avevo proprio voglia di riprendere tra le mani la tastiera, ma ero in uno di quei periodi nei quali, alla fine, si rimanda sempre.

Ho avuto in mente vari topic di cui scrivere, per dare sfogo a tutto il cinismo tipico del Bloggolo “Old Style”, ma non è andata così.

Avrei potuto scrivere della vergognosa uscita di Beppe Grillo, ad esempio, ma sarebbe stato ribadire l’ovvio: Grillo è sempre più vergognoso e mi scuso con tutti gli italiani e le italiane per avergli creduto, all’inizio.

Avrei potuto scrivere dell’incredibile ondata di analfabetismo funzionale che sta attraversando l’Italia, ma il mio fegato mi ha fatto chiaramente capire che non avrebbe retto a un altro rigurgito contro una fetta della popolazione a cui si nega, scandalosamente, un bel TSO.

Avrei voluto e potuto scrivere del caso della donna morta, dopo essere stata operata a un neo da un santone e curata con tisane e meditazione. Lo stavo per fare, giuro, ma mi tremavano le mani e i pensieri erano più veloci delle dita, cosa che per un blogger disgrafico non è certo congeniale alla produzione.

Ieri, però, mentre espletavo le mie quotidiane attività fisiologiche e quindi sfogliavo il mio Youtube, mi sono imbattuto nel nuovo video di un tizio che seguo da un bel po’ di anni: Adrian Fartade.

Io sono appassionato di Astronomia e di missioni spaziali, questo penso che, ormai, sia chiaro. Almeno lo dovrebbe essere per chi segue il blog.

Adrian Fartade mi ha subito conquistato, quando l’ho scoperto, col suo canale Link4Universe: un laureato in storia e filosofia, che si occupa di spazio. WOW, tre delle mie passioni, nella stessa persona.

Ieri, quando ho visto il suo nuovo video nella home del tubo, l’ho avviato immediatamente, un po’ perché era da tempo che non ne caricava uno e un po’ perché sapevo già cosa voleva dire quel titolo “Devo dirvi alcune cose”.

Lo seguo sui social e qualcosa aveva già anticipato.

Non posso e non voglio farvi un riassunto, quindi adesso vi linko il video e poi continuerò a scrivere, sperando che, prima di continuare a leggere, voi lo guardiate. Non dura tanto, meno di 7 minuti.

Adrian, in questo video, dice una cosa chiara: “perdonatemi, sono solo un uomo”.

Ho visto questo ragazzo, che ormai è un uomo, crescere. Ho visto i suoi capelli allungarsi e diventare brizzolati. L’ho visto imparare a usare le luci e le ottiche, affrontare la sua timidezza, litigare con le lavagne e regolarsi coi tempi.

In altre parole, ho visto Adrian Fartade passare dall’avere un passatempo a farne un lavoro, ottenendo anche molti successi.

Ha scritto 3 libri, la tenuto conferenze TED, lezioni, masterclass, creato una community e portato la passione per l’Astronomia a un livello accessibile a chiunque, parlando in maniera semplice e comprensibile.

Io, come altri, però, avevo dimenticato una cosa: Adrian è un essere umano e in quanto tale ha debolezze.

Noi dimentichiamo, troppo spesso, chi c’è dietro lo schermo, che si tratti di uno youtuber o del nostro cantante preferito.

LORO sono uomini e donne, che ci sorridono perché amano farci sorridere, ma che a telecamere spente tornano alla loro vita.

È una vita condivisa, però, la loro. È una vita in costante tensione tra il soddisfare le loro esigenze e la nostra brama di possederli, il più delle volte rinunciando a se stessi per noi.

Così, dopo un po’, può accadere che queste persone crollino, sotto il peso del loro personaggio.

Alcuni non ce la fanno, da “fan” mi viene subito da pensare a Chester Bennington o Robin Williams, ma sono tantissimi i nomi che, a furia di “regalarsi”, alla fine si consumano.

Adrian, invece, confermando la sua straordinaria intelligenza, ha fatto una scelta più saggia: ha rallentato, prendendosi del tempo, per riorganizzare se stesso.

Tempo fa, un altro youtuber, di pari intelligenza, fece lo stesso: Alessandro Masala di Breaking Italy (ho scritto di lui qui).

Io ringrazio queste persone, per la loro scelta. Li ringrazio perché sono un grandissimo egoista!

Li ringrazio, egoisticamente, perché hanno messo sotto i riflettori le loro debolezze, aiutandomi ad accettare le mie.

Li ringrazio perché, scegliendo di affrontarle, mi hanno regalato ancora altri anni in loro compagnia e io preferisco poterne avere meno, ma più a lungo.

Li ringrazio perché fanno un web di qualità, con programmi studiati e interessanti, magari meno famosi di tanta merda che c’è nel tubo, ma molto più utili.

Li ringrazio perché, da una loro passione, hanno creato non solo un lavoro per se, ma anche per altre persone e in questo periodo è una cosa davvero straordinaria.

Vi invito a seguirli entrambi, perché non potranno fare altro che arricchirvi, in un mondo e in un web che, invece, continuano impietosamente a impoverirci.

Vi saluto come direbbe Adrian: RESTATE SEMPRE MERAVIGLIOSI!

2 pensieri su ““Devo dirvi alcune cose”: Adrian Fartade, l’uomo dietro lo youtuber.

  1. Che dolcezza… Sia in quel viso paffuto che ci parla con quel tono così teneramente familiare, sia nelle parole che hai speso tu… Non sei proprio quel che si direbbe una persona dolce, almeno nel lessico che hai deciso di usare x creare il tuo di personaggio, ma se so riesce a guardare un po’ più in là, si capisce che tua è una difesa bella e buona.. Sicuramente dietro si nasconde una persona tanto sensibile

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.