Il sapore del mattino

Sei ancora qui, idea lontana,

per tormentarmi il risveglio.

Abbandona queste stanze,

lascia che la mia mano,

accarezzando il vuoto,

non simuli le tue forme.

Cedi il posto ad altri odori,

altri sapori, tangibili,

che non dissolvano,

oltre la porta dei sogni.

Prendi corpo o svanisci,

come fumo tra le dita,

come sabbia tra i capelli,

in un tuffo nel giorno.

Sei ancora qui, inafferrabile,

antica e distante memoria,

che mi nega il sonno,

stordendomi di desiderio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.