Dicono che parlo sempre di Sesso

Spesso mi dicono che parlo sempre di Sesso: in parte, è vero!

Me lo dicono da un bel po’ di tempo e sono quasi sempre le donne a farmelo notare, oggi vorrei rispondere in maniera argomentata.

Da qui in poi, mi rivolgerò, proprio a quelle persone, quindi se dico “voi” e ritenete di non farne parte, vi prego di passarci sopra e non sentirvi toccati/e dalle mie parole.

Perdonatemi anche se capiterà di coniugare verbi e aggettivi al femminile, sarà solo per comodità di scrittura, ma voglio chiarire che nel discorso sono compresi anche molti uomini.

Se anche voi mi avete espresso questo dubbio, ma pensate che non rientrate nel discorso che sto per fare, pensate pure di non farne parte: probabilmente avrete ragione.

Sto per generalizzare molto e so bene che esistono tante eccezioni e tante sfumature nel genere umano, per fortuna.

Quindi, giù la coda di paglia ok? Se pensate di non rientrare nel mio discorso, allora non ci rientrate! Punto! Sta a voi giudicare voi stesse, io non sono nella posizione di poterlo fare.

OK, finite le procedure standard di sicurezza e mostratevi le uscite d’emergenza, possiamo cominciare?

Partiamo da un unico, grande e rivelatore assunto: a me il Sesso piace tantissimo!

Beh, allora? È un problema?

Mi piace scopare, con donne consenzienti e consapevoli. Non ho mica detto che adoro sgozzare coniglietti nani batuffolosi?

A voi non piace? Mi dispiace per voi!

“A tutti piace, ma non per questo ne si parla di continuo”, è la risposta tradizionale a quanto appena affermato.

Anche questo, secondo me, è un problema vostro!

Sì, lo è! Pensateci! Di cosa parlate di solito?

Ultimamente vi sento parlare tantissimo del Grande Fratello VIP e per me le possibilità sono solo due: gradite i reality più del sesso, oppure amate parlare di cose che non vi piacciono!

In entrambi i casi, avete un problema!

Signore mie, parliamoci chiaro, io non parlo sempre di Sesso, ma di cose che chi ho di fronte può capire, escludendo quelle di cui a me non frega una minchia!

Di che vogliamo parlare, escludendo il Grande Fratello VIP?

A me piace la Storia, parliamo di quella? No, la giudicate noiosa!

A me piace la Poesia, vi interessa? No, per voi sono “poesia” i video di Francesco Sole, evitiamo.

A me piace commentare le notizie del giorno, ma voi non guardereste un telegiornale neanche se fuori ci fosse una guerra… E la guerra, in questo momento, anche se anomala, c’è!

OK, ci sono, parliamo di Musica! Cosa state ascoltando ultimamente? Ok, demordiamo…

Cinema? No, Mr Gray per me è solo il tizio della pubblicità dell’acchiappa-colori (ottimo direi).

Teatro? La maggior parte di voi non ne sente parlare dalla recita di Natale in quinta elementare.

Proviamo ad abbassare il livello, troviamo un punto d’incontro!

Parliamo di piaceri della vita, che non siano il Sesso.

Il cibo! Parliamo di cibo, che piace a tutti… NO! Una è a dieta, l’altra non mangia questo, l’altra non tollera quello… ECCHEPPALLE!!!

Vino, birra, alcolici in generale? Dai, che tipo di birra vi piace? No, non mi interessa sapere quanti gradi ha… Voglio sapere che sapore preferite, il colore, il corpo e cose di questo genere… OK, capito, la Tennent’s è buona perché è forte, capito! Peccato che a me dia diarrea (letteralmente).

Signore mie, avete mai pensato che se parlo sempre di sesso, con voi, è perché è l’unica cosa che abbiamo in comune?

In effetti, su una cosa avete ragione, io ho un problema: il mio problema siete voi.

Sì, perché quello che voi definite “sempre” è, in realtà, una battuta, una metafora, un piccola digressione, all’interno di un discorso più grande: se voi notate solo quella, identificandola col tutto, allora sono io che sbaglio a provare a comunicare con voi.

Vi faccio una proposta, vediamoci!

Passiamo una giornata a leggere il “Romeo e Giulietta” di Shakespeare, vi va? Insomma, parlate sempre d’Amore, perché non dedicare qualche ora alla storia più bella mai raccontata sul tema?

Ah, non vi va, lo trovate noioso…

Ok… Allora, abitando a 40min da Paestum, vi va di andare a vedere la tomba del “Tuffatore”? È un pezzo di storia dell’Arte sul quale costruire una galassia di conversazioni interessanti!

Ah, ok, i musei vi danno l’orticaria…

Potrei farvi molte altre proposte, ma le riterreste tutte poco accattivanti e quindi alla fine… Scopiamo? È l’unica alternativa comune rimasta!

Vorrei aggiungere che, per dirla proprio tutta, il sesso sarebbe anche il miglior modo di concludere una lettura di Shakespeare o di coronare una bella giornata d’esplorazione artistica, sarebbe molto più ricco e coinvolgente… Quindi, volendo essere precisi, anche la qualità del sesso è diversa tra le mie parole e i vostri ascolti.

C’è anche un’altra possibilità, da non sottovalutare: siete un po’ represse?

Come mai tutta questo sesso-fobia? Mi sa tanto dell’atteggiamento omofobico di quegli omosessuali latenti, che non hanno il coraggio di dichiararsi.

Non abbiate timore, parlatene con me, resterà tra noi. Perché, tra decine e decine di frasi, ponete l’attenzione sull’unica che contiene un riferimento al sesso?

Signore mie, fatevene una ragione: nei miei discorsi il sesso è un intercalare, ma voi lo reputate il tema centrale.

Non sono io a parlare sempre di sesso, ma siete voi, in realtà, a sentire solo quello!

Io parlo di sesso, voi ci pensate!

Se avete dubbi e obiezioni, ditemelo pure… Almeno avremo qualcosa di cui parlare!


Foto di John Rocha da Pexels

8 pensieri su “Dicono che parlo sempre di Sesso

    1. Non conosco queste teorie, ma approfondirò. Il mio è stato davvero uno sfogo spontaneo, consapevole solo di se stesso quindi. Non sono convito che sia l’unico terreno di incontro, di certo il più facile. Ho molto apprezzato comunque l’argomentazione, mi ha stimolato nell’approfondire.

      "Mi piace"

  1. “Sante” parole… Quanto poco si comunica normalmente! Anche io ho lo stesso problema: avrei tanta voglia di parlare dei temi trattati in Q di Luther Blissett, della questione Palestinese, della filmografia araba… È così difficile esser curioso nella vita? Curiosità non quella fine se’ stessa, ma quella dettata dall’interesse all’approfondimento. La cultura è tale a 360 gradi, allora perché ad interessare son sempre gli stessi argomenti? Calcio, f**a x gli uomini e vestiti e trucchi per le donne… Che palle!!! Leggi il mio pezzo sul MySpace!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.