Peter Pan

Se potessi volare, smetterei di cadere,

fermandomi poco prima dello schianto,

sorriderei al pavimento e lo saluterei,

augurandomi di non incontrarlo ancora.

Se potessi volare, planerei leggero,

sorvolerei le città addormentate,

per dileguarmi in una notte anonima,

mimetizzandomi, come le nubi nel buio.

Se potessi volare, mi lascerei andare,

sfidando venti e correnti a rincorrermi.

Se potessi volare, visiterei ogni vetta,

solcherei, radente, ogni mare, ogni fiume,

disegnerei vortici nelle sabbie dei deserti,

farei vibrare la cima di ogni albero,

punterei più in alto, più in alto ancora,

fino a diventare una sola cosa con il cielo.

Se potessi volare, guardando il mondo,

dopo aver ammirato tutte le sue meraviglie,

verrei alla tua finestra, come bimbo sperduto,

per osservarti dormire e stupirmi ancora.

Picchietterei alla tua finestra, per svegliarti,

fingendo di cercare la mia ombra smarrita,

per chiederti quel bacio che fate e sirene

non hanno ancora imparato a dare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.