Nuvole basse

Sono basse queste nuvole,

se avessi qualche gradino in più,

potrei salirci a passeggiare.

Con le gambe penzoloni

sul tetto del mondo,

lascerei decidere al vento

dove spingere, fin quanto.

Sono basse le nuvole,

la loro pancia si confonde

con il fumo dei camini:

se mi sporgo ancora un po’

posso crearne una tutta mia,

espirando una Marlbolro.

Sono basse le nuvole,

le vedo muoversi,

accanirsi sulle montagne,

accavallarsi e divincolarsi,

liberandosi e catturandosi.

Ballano, cantano,

creano infiniti motivi.

Sono basse le nuvole:

forse sono io, mi chiedo,

ad essere disteso contro il cielo?

Vorrei fosse davvero così,

potrei lasciarmi cadere,

diventare pioggia,

per toccarti ancora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.