20 Luglio 2001 – (2001)

Non taccia la storia

dei presenti indegni,

come non tacque dei passati;

di mille vesti vermiglie

solo il sangue abbiamo,

ma non più nelle vene.

Eppure ero infante,

quando mi narravano

di celebrate bandiere al vento.

Il Leviatano non serba memoria

che è fatto di mortali

e si figura Dio.

Medita di poter smerciare

omicidi per eroismi,

ma la storia non omette,

è arbitro sereno,

non condona ai turpi,

neppure se potenti.

Il mio signore ha titoli e casati,

il mio Dio soltanto un nome.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.