Zona ad Altro Rischio: 28 Marzo con L’invidia. #linvidiarestaacasa #laprimacosaèlasalute

Ieri, Sabato 28 marzo 2020, abbiamo ospitato nella Zona ad Altro Rischio la band “L’Invidia”, quattro bei ragazzotti che ci propongono un rock dalle aspirazioni cantautoriali.

Diciamo subito che questa band vince un premio, appositamente creato dal blog, per l’occasione: il premio per la chat di gruppo più longeva.

Vi spiego: per ogni puntata creiamo un gruppo whatsapp provvisorio, per metterci d’accordo sui dettagli della puntata. Con L’Invidia, dopo la diretta, siamo rimasti per un po’ a chiacchierare, scherzare e scambiarci foto di cibo, come se fosse una normalissima chat tra amici.

A tal proposito vorrei ricordare, ancora una volta, a Giovanni (Il batterista), che la palazzina dove abito dispone di u forno a legna condominiale e che, appena finito l’isolamento, lo aspetto. Chiedo scusa per l’utilizzo personale di questo spazio, ma capirete tutti l’importanza della questione.

Tornando alla band, abbiamo capito che i brani nascono da Vittorio, il cantante, per poi passare sotto le grinfie della band che aggiunge il tocco dei singoli musicisti, creando un sound travolgente, ma allo stesso tempo ricco di armonia e melodia.

È un rock incazzato, come lo definisce lo stesso vittorio. Si percepisce subito che i brani nascono dalla pancia, come dovrebbe essere sempre per il rock.

L’Invidia stava lavorando al suo primo album, quando l’ospite scomodo ci ha sorpresi alle spalle. Noi, come tutti i loro fan, aspettiamo che l’emergenza passi, per poterlo ascoltare a palla nello stereo dell’auto, lanciati verso nessuna meta, sulle autostrade nelle nostre vite… O magari mangiando una bella pizza fatta in casa (Capito Giovanni?).

Vittorio ci ha cantato due canzoni, spontaneamente ammettendo che non è più abituato a cantarle senza band, il che è il segno evidente del legame che intercorre tra i singoli membri.

Ad un certo punto la discussione si è spostata sull’Ospite Scomodo, partendo dalle esperienze personali di questi ragazzi. A tal proposito, preziosa è stata la testimonianza di Vittorio, che di mestiere fa l’infermiere e svolge assistenza domiciliare. Potete ben capire le difficoltà che incontra in questo periodo.

Vi invitiamo, dunque, a seguire questa band, attraverso la loro pagina facebook:

https://www.facebook.com/Linvidiaproject/


Non ci resta che darvi appuntamento tra un’oretta circa, alle 19:00 del 29 Marzo 2020, su https://facebkok.com/bloggoloblog, con il Maestro Luca Sellitto, chitarrista che sta conquistando la scea internazionale e della Prof.sa Mariolina De Falco, oltreovviamente dell’immancabile Piera Stella.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.