Alla mia ombra

Mi precedi e m’insegui, ombra mia,

m’orbiti intorno, come satellite.

A volte m’illudo d’averti dispersa,

eppur sei lì, concimando malanimo.

M’abiti dentro, scomoda inquilina,

gemella oscura, che di luce ti nutri.

Più m’irradio e più ti definisco.

Nella mia notte, tu sfumi, traspari,

ti fai pallida pellicola sui miei passi.

Ti sposi e discuti con aloni occasionali.

Ti sdoppi e piroetti, t’allunghi e ritrai.

Mi tocchi l’anima, con una mano,

mentre con l’altra distanzi l’universo.

Tu, compagna d’intrigo e di vizio,

sussurri peccaminosi suggerimenti,

al vuoto che mi divora il senno,

affinché ti conceda nuovi spazi,

nei pensieri orfani di condivisione,

che non oso riempir di progetti,

laddove speranza scompare.


Photo by George Becker from Pexels

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.