Mille mappe

Come fossi tramite,

un ponte per un mondo,

varco per terre inesplorate,

guado verso la salvezza,

valico tra due vallate,

mi chiedono di lei.

Viaggiatore, vagabondo,

tu che mi chiedi la strada,

sbagli, ti illudi, stolto!

Se la conoscessi,

l’avrei già percorsa.

Se la immaginassi,

ma non esistesse,

la costruirei io stesso.

Se avessi mille mappe,

le esplorerei tutte.

Tu incamminati, piuttosto!

Non appellarti a me,

io non posso aiutarti.

Trova tu un cammino.

Se una Fortuna amica

ti condurrà a quella porta,

tu prova prima a bussare:

forse a te sarà aperto.

Se non ti aprirà,

prova a scassinare:

forse sei ladro più abile.

Se riuscirai a vedere

le stanze di quell’anima,

non abbandonarle,

affida loro la tua Vita,

perché i miracoli sprecati,

bruciano più di quelli negati.

Foto di Andrew Neel da Pexels

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.