Dove ti incontro

T’incontro negli occhi estranei

di una sconosciuta di passaggio,

che non conosce più altro modo

per sorridere al primo sole.

T’incontro in una commedia leggera,

in una domenica di stanca attesa,

nelle smorfie composte di un’attrice.

T’incontro nel tempo che avanza,

nelle troppe auto di quel colore,

nella mortadella, nelle canzoni,

nei cappelli a tesa larga,

nelle pubblicità dei biscotti,

anche di quelli ipocalorici.

Ti incontro nelle pareti decorate,

nel carrello sul sito dell’Ikea,

nelle macchie di inchiostro,

nelle patatine economiche,

nella birra nazionalpopolare.

T’incontro in una notte agitata,

per una coperta ormai troppo calda,

pensando al ventilatore nell’armadio.

Ti incontro in un sogno ricorrente,

ormai diventato perfino petulante.

T’incontro in foto dimenticate,

sopravvissute perché mimetizzate,

che sono falce che spezza il fiato,

in un istante di muta apnea.

Ti incontro in ogni ricordo,

quando li passo in rassegna,

stupendomi di quanti siano,

in eppur così poco tempo:

quanti sarebbero ancora stati,

in quello che ci hai negato?

Ti incontro nel mondo,

non perché tu sia ovunque,

ma perché sei in questi occhi,

attraverso i quali lo guardo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.