Perché state fallendo in quanto cristiani, cittadini e genitori. #IOSTOCONILARIA

Diciamolo subito: #IOSTOCONILARIA!!!

Ormai è chiaro, questo paese sta fallendo! Sta fallendo perché lo stanno facendo le persone che lo abitano, non in senso economico, ma in senso Umano! Gli italiani stanno fallendo in tutto, perché ad un certo punto hanno deciso che evolversi: era troppo difficile, quindi meglio involvere.

Sento sempre più persone parlare di “cristianità”, di “senso civico”, di “valori della famiglia”, ma poi tra il dire ed il fare ci sono di mezzo l’ipocrisia e l’ignoranza. L’ho sempre pensato, ma qualche giorno fa ne ho avuto la prova!

La conferma mi è arrivata dalla reazione dell’italiano medio (e mediocre) alla notizia della svolta nelle indagini sulla morte di Stefano Cucchi.

Un carabiniere ha finalmente rotto il muro di silenzio ed ammesso il pestaggio: Cucchi è morto a seguito delle percosse ricevute da due militari (almeno), che avevano il compito di trattenerlo in custodia e portarlo innanzi al giudice, ma non solo per questo

Cucchi è morto a causa dell’indifferenza dei giudici, dell’approssimazione degli avvocati, della scarsa attenzione dei medici. Cucchi è morto di Stato, dove con “Stato” si intende l’intero sistema-paese.

Facciamo una precisazione, chi era, secondo me, Stefano Cucchi? Ve lo dico senza mezze misure: un poveraccio!

Lo era, inutile negarlo: aveva problemi di droga e piccola criminalità, tutto nonostante la buona famiglia alle spalle! Stefano Cucchi, anche se non è mai stato dimostrato, per me (ed è un mio parere) era colpevole di spaccio, quindi ritengo il suo arresto giusto.

Voglio ribadirlo ancora, a scanso di equivoci: per me Stefano Cucchi ERA uno spacciatore, un poveraccio ed anche un po’ stronzo, ma doveva morire per questo? La sua morte ha meno valore per questo? La sua vita aveva meno valore per questo?

A sentire l’italiano medio, pare proprio di sì! Quando ancora la verità era solo un’ipotesi avanzata dalla famiglia, l’attuale Ministro degli Interni Matteo Salvini aveva affermato che la sorella di Stefano Cucchi, Ilaria, gli faceva schifo.

Dopo la testimonianza del carabiniere pentito, una parte di opinione pubblica ha chiesto al Ministro di chiedere scusa per quell’affermazione, ma la maggior parte degli “Itagliani” ha continuato a schierarsi CONTRO quella famiglia che chiedeva solo la verità.

Analizziamo, però, i fatti, in maniera distaccata, ipotizzando che sia dimostrato che Stefano Cucchi fosse uno spacciatore.

Come è andata: un criminale viene arrestato, due carabinieri lo pestano a sangue, fino a provocargli lesioni interne, muore dopo una settimana, senza cure adeguate e senza la possibilità di vedere un avvocato o la famiglia, mentre le forze dell’ordine insabbiano tutto! Il criminale finisce al camposanto!

Come sarebbe dovuta andare: un criminale viene arrestato, viene tenuto in custodia dalle forze dell’ordine, processato, giudicato e condannato. Il criminale finisce in carcere!

Qual è la differenza tra le due fattispecie? Una sola parola: LEGALITÀ!!!

In un regime di Legalità chi sbaglia paga, dopo un giudizio assennato! In un regime di legalità non si muore prima di arrivare al processo!

A quanto pare, almeno giudicando le reazioni della gente “media”, la morte di Stefano Cucchi sarebbe meno grave, perché “uno spacciatore.” A quanto pare, almeno giudicando le reazioni della gente “media”, la morte di Stefano Cucchi sarebbe addirittura giusta.

A quanto pare, almeno giudicando le reazioni della gente “media”, è la sorella Ilaria Cucchi a dover chiedere scusa, perché ha cercato quella Legalità che mancava!

Gli stessi meccanismi che causano questa inversione di senso umano per Stefano Cucchi, sono quelli che stanno calando il paese in un bagno di razzismo, PREFERENDO CERCARE LE CAUSE DEI PROBLEMI IN QUELLI CHE HANNO MENO, INVECE CHE IN CHI HA ACCUMULATO TROPPO.

Tornando al “titolone” acchiappa-clic che ho usato, perché PARE che anche questo sia un buon modo per stabilire cosa è vero o meno, come cosa è giusto o meno: perché, sempre secondo me, state fallendo come cristiani, cittadini e genitori?

Dovrebbe essere chiaro, ma se ne sto parlando, evidentemente, non lo è, quindi spieghiamolo.

STATE FALLENDO COME CRISTIANI, perché Gesù Cristo era dalla parte degli ultimi, dei ladri, delle prostitute e degli assassini. Ricordo male io o siete voi ad aver dimenticato la frase “chi è senza peccato scagli la prima pietra”, usata per difendere un’adultera?

La Domenica, per un’ora, in chiesa cantate inni all’amore per il prossimo vostro, poi dimenticate tutto al primo aperitivo post-funzione. Vi infiammate per un crocifisso mancante nelle aule scolastiche, ma poi urlate “io non mi siedo vicino ad una negra”!

Notiziona shock: Cristo era palestinese quindi molto probabilmente scuro di pelle… OH MIO DIO (appunto)! Cristo perdonò i suoi carnefici, voi considerate la morte di uno spacciatore “meno importante”.

No, mi dispiace, NON SIETE BUONI CRISTIANI, lo siete solo di facciata: avete fallito in religione!

IL VOSTRO SECONDO FALLIMENTO è come cittadini e le ragioni sono davvero lampanti, ma le più gravi sono la vostra indifferenza, la pigrizia, la scarsa informazione e perfino la disonestà!

Se voi foste dei bravi cittadini, pretendereste Legalità ad ogni livello, non vi sognereste neanche per un secondo di giustificare, in qualche modo, la morte di un detenuto per mano di un carabiniere!

Se voi foste bravi cittadini ammirereste il coraggio di una donna che si batte per la verità, perché le sareste grati di contribuire al miglioramento del vostro paese: #IOSTOCONILARIA!!!

Se voi foste bravi cittadini, rispettereste, quasi come un mantra, la Carta Costituzionale, la stessa che parla di giusto processo e di non discriminazione per razze o religioni.

Se voi foste bravi cittadini vi informereste, leggereste, non vi lascereste raggirare da slogan di partito. Se voi foste bravi cittadini ammettereste che questo paese è allo sbando per colpa dei NOSTRI errori, senza cercare capro espiatorio nei migranti.

Un esempio? Ieri un edificio occupato (illegalmente) da una sede di CasaPound doveva essere sfollato, ma le forze dell’ordine sono state bloccate dalle minacce degli occupanti, al grido di “non entrate o ci sarà un bagno di sangue”.

Perché non vi indignate? Perché la notizia è stata tenuta in sordina, per interesse di un governo connivente?

Ecco: STATE FALLENDO COME CITTADINI perché avete smesso di essere sovrani e siete diventati sudditi, affidando la vostra informazione e le vostre opinioni a chi vi comanda!

A questo punto, possiamo affrontare il vostro più grande fallimento, almeno di chi ha la fortuna di essersi riprodotto: STATE FALLENDO COME GENITORI!

Se almeno una volta avete pensato che la morte di uno spacciatore sia meno importante di un altra, allora state fallendo come genitori, perché state insegnando ai vostri figli che, anziché denunciare il bullo, conviene bullizzare.

Se almeno una volta avete pensato “tutti questi negri”, state fallendo come genitori, perché gli state insegnando che nella vita non sarà mai “il diverso”, ma fidatevi prima o poi lo sarà, almeno una volta.

Se vi fermate al titolo, se vi lasciate convincere dagli slogan, se non approfondite, se non verificate, se il vostro mondo si riduce alla mattonella sulla quale vi trovate in quel momento, state fallendo come genitori, perché NON gli state insegnando ad essere curiosi, a ragionare con la loro testa, a crearsi una propria opinione personale.

STATE FALLENDO perché state insegnando ai vostri figli a non essere autonomi nelle proprie idee.

QUESTO PAESE STA FALLENDO nelle proprie scelte, perché persegue la strada della mediocrità, perché i nostri fallimenti diventano, automaticamente, quelli di chi dipende da noi.

Ora, quindi, decidete… VOLETE FALLIRE? Scegliete di non farlo oppure, almeno, smettete di rompere il cazzo con i crocifissi nelle scuole, smettere di lamentarvi di questo paese e, per l’amor di Dio, smettete di fare figli!

2 pensieri su “Perché state fallendo in quanto cristiani, cittadini e genitori. #IOSTOCONILARIA

  1. Il tuo articolo non fa una piega. Sono contenta tu lo abbia scritto perché certe coscienze veramente devono svegliarsi. Auguro agli itaGliani medi che hanno avuto questi pensieri così insensibili nei confronti del povero Cucchi di passare quello che ha passato la sua famiglia, non mi sento cattiva nel pensarlo magari è la volta buona che queste persone imparano a mettersi nei panni degli altri anziché fare arretrare il mondo in termini di umanità.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.