L’equilibrista

Ora padroneggi il bilico,

piroetti sugli spuntoni,

danzando sulle correnti.

La roccia ti è compagna,

nuda, ti sorregge e freme,

sbirciando oltre la nebbia.

Hai un pubblico di nuvole,

che s’agitano e mormorano,

s’accalcano e respingono,

modellandosi alla valle,

alla sua mutevole platea.

Vibri, in punta di piedi,

sulla ribalta del precipizio,

scivoli contro un cielo muto,

che scalpita e trattiene il fiato,

soffrendo le tue vertigini.

Sulla lama dell’equilibrio,

oscilli, consapevole e sicuro,

tra spinta e ripiego.

Basterebbe un sol passo

per saziar la molesta brama

di un unico ultimo volo,

al caro prezzo dello schianto.

Tutta la tua esistenza,

come serrato esercizio,

ti ha condotto fin qui.

Sipario!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.