30 Day Writing: Giorno 25, una parola in Google

Giorno 25 del Challenge 30 Day Writing, tutti i post li trovate qui: https://bloggolo.it/category/challenge/30-day-writing/.

Oggi il tema dell’elenco è:

Pensa una parola, cercala in Google e descrivi quello che ti ispira il risultato n.11.

Lo ammetto, il tema di oggi mi sembrava una cagata orbitale e lo penso ancora, ma il mio spirito di sfida mi ha spinto in una strada che cammino, in realtà, da anni.

La parola che ho cercato è un numero: 11, perché il tema mi faceva così pietà che ci ho giocato un po’.

(Digressione: Per mestiere mi occupo di web-marketing, quindi sapevo che probabilmente l’11 risultato sarebbe stato in seconda pagina, lì dove si nascondono i cadaveri per non farli tovare).

L’11 risultato è questo:

Foggia, la Chiesa sapeva ma non “parlò”: ex prete violenta 11 bambini (https://goo.gl/IVasGH)

Ok, questa storia l’ho già sentita… Non solo nel senso che ormai non stupisce più, ma nel caso di specie: ricordo la storia in se…

La storia è ormai, malauguratamente, un classico: prete + bambini = violenza sessuale… Come dire? Lasciate che i bambini vengano a me…

SPERO sinceramente che non ci sarà bisogno che dichiari il mio profondo schifo per qualsiasi tipo di violenza, fisica o psicologica che sia, su di un bambino… Non serve vero?

Il risultato n.11 sembra cadermi tra e braccia di proposito, come se sapesse della mia eterna lotta contro le istituzioni religiose: ATTENZIONE, non ho detto cristiane o cattoliche, ma proprio RELIGIOSE!!!

IO ODIO LA RELIGIONE QUANDO DIVENTA ISTITUTO, penso che sia la negazione di se stessa: qualcosa che parte dallo spirito, punta allo spirito, passando per una burocrazia più che terrena, non è un paradosso?

In ITALIA questo inaccettabile modo di intendere la spiritualità è portato ai massimi livelli, facendo in modo che la parola della CHIESA CATTOLICA APOSTOLICA ROMANA si ponga sopra ogni altra cosa: più importante del buonsenso, della decenza e perfino della legge!

Così avviene che la Costituzione della Repubblica Italiana dice che siamo uno STATO LAICO, ma guai a togliere un crocifisso dalle aule scolastiche (Sempre Italiane), avviene che crescono i movimenti creazionisti, avviene che un intero patrimonio immobiliare venga sottratto alla tassazione.. ed avviene anche che dei bambini vengano violentati, che il colpevole venga dichiarato tale e CONDANNATO e che non solo sfugga alla galera, ma addirittua gli vengano affidati altri bambini.

VORREI RICORDARE CHE L’ITALIA È UNO STATO SOVRANO e che IL VATICANO È UNO STATO ESTERO!!!

costituzione-italiana-19-728

QUINDI, se qualcuno viene condannato IN ITALIA per un reato commesso IN ITALIA io PRETENDO che venga punito IN ITALIA, secondeo le LEGGI ITALIANE ed in nome del POPOLO ITALIANO, ok?

È un prete? FREGACAZZI!!!

QUINDI, prima di parlare di fondamentalismi religiosi guardando fuori dai nostri confini, osserviamo bene quanto questa cosa avvenga a casa nostra, subdolamente, perché non fa rumore, no nfa stragi… Non fa neanche più notizia!

Undici bambini rovinati a vita da un prete cattolico no nsono forse così importanti da attirare le vostre ire, per le stesse ragioni che oggi ci spingono ad alzare muri tra i confini?

Non so se esiste davvero un DIO, ma se c’è è un bel po’ che non frequenta più le chiese cattoliche!

 

30-day-writing-challenge2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.