Lettera alla paura

Guida le mie scelte, affinché le eviti,

coltivando il mio futuro

su terreni di indecisione e noia,

concimandoli d’accidia.

Ricordami il rancore, non smettere.

Quando starò per dimenticarle,

ficca un dito in queste ferite,

agitalo, scava, raschia a fondo.

Quando dubiterò, ricordami ogni parola,

ogni certezza, ogni attesa, i silenzi,

l’immagine di loro insieme.

Insegnami la fuga, l’eremo e l’oblio.

Non abbandonarmi, perché tu,

mia conquista più atroce,

sei tutto ciò che mi protegge

dal viscido abbraccio

di un’arida felicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.