Io sono Aurora, lasciami guidare!

Io sono Aurora, ho 38 anni ed alcuni di voi mi conoscono: sono quella che “vive il mondo a testa in giù”.

Alcuni di voi, mio malgrado, mi conoscono, perché Alfonso, la mia facciata maschile, ha spesso scritto di me, raccontandovi tutte le volte che l’ho messo nei guai.

Io sono quella, a suo dire, che manda messaggi ubriachi di notte, per poi pentirsene al mattino e “poi tocca a lui mettere a posto le cose”.

Io sono quella che è stata mandata a dormire sul divano, quella che è stata cacciata di casa, uccisa, rinnegata e ritrovata ed ora sono qui, per una volta tanto, a dire la mia.

Dovrei dirvi di andarvi a leggere tutte le puntate precedenti, ma lasciate perdere, ve lo faccio io il riassunto:

Alfonso + Donna -> ARRIVO IO = Casini casini casini!!!

Ok, lo ammetto, colpevole vostro onore! Ma che volete da me? Io non è che ci penso tanto alle cose, seguo l’istinto, mi lascio guidare “DAL FLUSSO”, come direbbe la mia facciata maschile… E sì, è vero anche che poi tocca a lui rimettere a posto le cose.

Alfò, ma davvero ti stai divertendo? Non ti manca fare mattina, camminando ubriachi, di notte, per la lungomare, fermandosi di tanto in tanto a buttare giù due righe?

Dai, scendi, vieni con me… Giuro che non esagero!

Insomma, l’estate è finita e non mi hai portato neanche una volta a fare il bagno all’alba! Davvero sei diventato così palloso?

Alfò, l’altro giorno te l’ho sentito dire chiaramente: “tanto asciuga subito”!

Fo’, sei diventato tua madre!

Ok, ok, in passato c’è stato un momento in cui io ho preso/perso il controllo e ci siamo schiantati. AMMETTO anche che le conseguenze le stiamo pagando ancora oggi e CAPISCO che le sentiremo per tanto tempo ancora, ma… Dio, che palle! Adesso di controllo ne abbiamo anche troppo, non credi?

E non fare quella faccia: non ho bestemmiato! “Dio”, era un’invocazione: DIO, dammi la pazienza!

Ascolta, io mi sono un po’ rotta di stare al guinzaglio, attenta a ciò che scrivo, riflessiva su quel che dico, composta nelle manifestazioni: We Fo’, ma tu non hai voglia di una bella Poesia, senza limiti e “con la bava alla bocca”?

Abbiamo aperto questo blog per “scrivere senza brutta copia” ed ora addirittura rileggiamo?

Ma dai…

Per una volta, solo per una, balla con me, ancora una volta… Viviamo in brutta copia, solo qualche emozione di tanto in tanto!

Non vuoi guidare da ubriaco? Scendiamo a piedi!

Non vuoi lasciare che mandi messaggi? Lasciamo il telefonino a casa!

Metti tu le condizioni, ma ti prego: per una sola volta, perdiamo in controllo!

Non possiamo essere sempre così razionali, pacati, controllati e sul pezzo!

L’ultima volta che ho provato a fare una delle mie scenate mi hai bloccato prima che riuscissi a prendere fiato e cosa è successo? Niente Fo’, assolutamente nulla!

Nessuna cicatrice da cui imparare, nessun fantasma da cui scappare… C’è Poesia in tutto questo?

Fo’, io sto accettando di invecchiare dietro una scrivania, però ogni tanto, lasciami urlare ancora un po’, perché sto morendo di razionalità.

Portami a ballare sotto la pioggia, una di queste sere… Lascia che scriva una Poesia di vero e momentaneo a Amore, lascia che viva ancora un po’… Poi uccidimi quotidianamente!

Tranquillo, non ci faremo male, tanto ci sei tu a tenere la mano sul freno, ma qualche volta… Lascia guidare Aurora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.