Lettera dalla propria Curiosità

Mi riconosci? Ti ho visto nascere, piangevo con te, avevo la tua stessa fame. Io ricordo il primo raggio di luce, io ero lì, insieme a te. Mi senti? Sono dietro di te: vai pure avanti, io ti guardo le spalle, nessuno riuscirà a colpirti. Mi vedi? Sono proprio di fronte a te, sono nei... Continue Reading →

Ode ad un automobilista coglione

OOOOOOOOOOOOO.... Automobilista coglione, a te va il mio pensiero, ogni volta che mi stai in culo durante un sorpasso, lampeggiando di notte e strombazzando di giorno: ho pietà di te, perché ho capito che è il tuo solo modo di strombazzare. OOOOOOOOOOOOOOOOOOOO...... Automobilista idiota, io ti auguro grande costipazione, ogni volta che occupi la corsia... Continue Reading →

Ho cambiato le mie scarpe

Ho cambiato le mie scarpe, calzandone di nuove. Ho sciolto i nodi, liberando i lacci logori della polvere di mille sentieri. Ho cambiato il mio cappello, per uno più bello. Ho scelto altri compagni, altri percorsi, altri bagagli. Lungo il cammino, ho incrociato un uomo con  il mio stesso volto, le mie vecchie scarpe, il... Continue Reading →

Un passo ancora

Un passo dopo l'altro arriveremo ovunque il culo ci porterà, fin quando il fiato reggerà. Un passo dopo l'altro, scopriremo a morsi il nostro futuro. Non ci saranno porte, non ci sarà confine, non ci sarà muro, perché la vita sarà complice, il cammino più docile, il confine valicabile. Addio alle strade deserte, inonderemo le... Continue Reading →

I tre figli di Memoria

Rimpianto e Rimorso sono i due nomi che Madre Memoria ha dato a figli mai nati. Rimpianto è il coito interrotto, Rimorso è l'aborto violento. Rimpianto ha una tomba di avversativi, Rimorso riposa sotto troppe domande. "Se solo avessi" si scrive, sulla tomba di Rimpianto; "Se non avessi" si piange, su quella di Rimorso. Memoria... Continue Reading →

L’istante e l’eterno

Ogni istante insegna l'attesa, io sono l'alunno paziente e il maestro esigente. Atleta alla partenza, un cielo ancora grigio, un uccello nel nido, una nave in arsenale, un colpo in canna, una lama nel fodero, un viaggiatore al binario, un programma in standby: docile, aspetto immobile. Proteso all'eterno, mi sporgo e non mi lancio, non... Continue Reading →

Io non sono Dio

Io non sono Dio. Io non ho risposte, ho domande. Io non ho soluzioni, ho problemi. Io non creo, distruggo. Io non sono Dio. Non decido il futuro, subisco il passato. Io non curo, mi ammalo. Io non risorgo, muoio. Dio è ovunque, io sono qui. Dio è sempre, io sono adesso. Dio ha mille... Continue Reading →

Tra Fuoco e Cenere

​Potrei capirti, ma non vuoi: troppi silenzi tra di noi, tranne i discorsi su questa periferia, che non sarà mai mia. Saprei seguirti, ma non vuoi: vengo lì. Troppa distanza tra di noi, ma sei qui. Quanta incoscienza, nella mia filosofia: non è mai stata tua. Vorrei scoprirmi: tu non puoi. Tra noi i silenzi... Continue Reading →

Il terrore dei vincitori

Il mondo ci ha sfidato, abbiamo combattuto. siamo stati colpiti, feriti: siamo stati sconfitti. Il mondo ci ha battuto, peccando di presunzione, ci ha creduto morti: ci ha lasciato in terra, agonizzanti, ma vivi. Guariremo, ci addestreremo, torneremo sul campo: il mondo ci guarderà e temerà lo scontro. I due eserciti si fronteggeranno: Vincitori contro... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑