Cosa sei tu? (V)

Nell'infinita guerra all'ego, un miscuglio di amore e comprensione una miscela di ketamina e gnosi sono armi di distruzione di massa bandite e proibite dalla Convenzione di Ginevra. Esperienza sensoriale indotta Senso esperienziale dotto. Ora l'orizzonte e d'oro.   Nell'era della sovrapprodizione, il cazzeggio è la risposta. al capitalismo preferisco il fancazzismo, al comunismo preferisco... Continue Reading →

Cosa sei tu? (IV)

Quante città piene di caos e di leggi insensate. La Natura è anarchica e ordinata secondo leggi più grandi dell'uomo. Non vogliamo e non dobbiamo chiedere il permesso a nessuno per vivere liberi nel nostro pianeta. Più fuochi e meno chiese, più frutta sugli alberi e meno supermercati, più consapevolezza e meno polizia... unione, rispetto,... Continue Reading →

Cosa sei tu? (III)

Sento già una forza nuova. Indipendenza, libertà, anarchia. La forza che ci fa somigliare al vento. Fare quello che mi va di fare. E farlo con leggerezza. Non incatenatemi nelle vostre faziose dinamiche, nei vostri meccanismi istituzionali, nella vostra economia sociale, nel vostro ecosistema commerciale, nel vostro masticato moralismo. Come ci riuscite? con le vostre... Continue Reading →

Lettera aperta S. Valentino

Caro S. Valentino, ciao, come stai? Tutto bene? In Famiglia? Ti scrivo per chiederti un paio di cose, che sono certo avrai la cura di concedermi, nulla di complicato. In primis, ti prego di disabilitarmi il telefono quando supero la quarta vodka, davvero... Stamattina ho scoperto di aver mandato dei luuuuuuuuuuuuuunghi messaggi che mi hanno... Continue Reading →

Lettera al bambino che ero

Ciao, tu non mi conosci ancora, ma io ti ricordo bene: quante ne abbiamo passate insieme... Tu ancora non lo sai, io sì. C'è una cosa che voglio chiederti: quei riccioli biondi e quelle guance paffute e rosse che fine hanno fatto? Questo resterà sempre un mistero! I primi ricordi che ho di te sono... Continue Reading →

Lettera dalla propria Curiosità

Mi riconosci? Ti ho visto nascere, piangevo con te, avevo la tua stessa fame. Io ricordo il primo raggio di luce, io ero lì, insieme a te. Mi senti? Sono dietro di te: vai pure avanti, io ti guardo le spalle, nessuno riuscirà a colpirti. Mi vedi? Sono proprio di fronte a te, sono nei... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑