Monday mood

La compiacenza non è una dote, è un atteggiamento viscido e lisciante da parte di persone mediocri verso chi reputano avere un qualche potere. Sorella dell’opportunismo e una delle numerose figlie dell’ignoranza, la compiacenza è frequente, riconoscibile e urticante. Ha una sorella che si chiama invidia, muta e rancorosa, non si esprime ma è evidente, veste colori sgargianti e ha uno sguardo d’odio camuffato di benevolenza. Invidia non apprezza, esprime sdegno e dimostra quali siano i limiti di chi la nutre. Incapace di incoraggiare e riconoscere l’abilità altrui non è consapevole della sua spregevole inferiorità . Continua a leggere Monday mood

Over the abyss

Non amo la profondità del vuoto ( I am scared of the unknown ) Amo i muri di pietra fredda (And a warm refuge) Le ombre lunghe al tramonto (Then the night will fall) L’impertinenza del vento (Until I get tired of it) Il buio discreto (Tomorrow will come the light) Gli sguardi di complicità (After misunderstandings) L’originalità in un dettaglio (It awakens curiosity) La suggestione di una candela  (The functionality of light bulbs) La rinascita di una primavera  (It symbolizes an awakening) L’odore di fumo (It evokes memories) L’estetica della poesia (Wings to fly over the blankness)   Continua a leggere Over the abyss

Fotografia

    Le scale di legno un passo leggero le cime dei pini un umido sentiero   Il sole che arde una vecchia cassapanca lenzuola volanti una nuvola bianca   L’aiuola fiorita in mezzo al giardino garrito di rondini sinfonia custodita   La montagna si staglia contro un cielo cristallo tacendo osservo un ranuncolo giallo   E vedo anche te nel mio panorama che mi guardi serena con gli occhi di chi ama   Grazie di avermi dato un angolo in questo spazio un rifugio sicuro per placare lo strazio di una vita rumorosa di macchine e frenesia una brezza … Continua a leggere Fotografia

Memoria

  Ridammi la tua mano quel volto sereno il peso sul mio braccio la tua delicatezza Ridammi anche il tepore quella tovaglia a scacchi l’odore dei tuoi armadi…   Ridammi quella luce un morbido cuscino cioccolata con il pane il the con il limone Insegnami a giocare a vincere la partita fammi ancora le tue domande interessati alla mia vita Ridammi la voce delle storie già sentite.   Compagna del mio viaggio sei scesa insieme ad altri mi hai lasciata da sola ci provo io a cercarti non trovo mai nulla che possa assomigliarti   Allora mi consolo  trovando in … Continua a leggere Memoria

Tu

Tu. Ardente il tuo sguardo  si posa attento sull’ombra sfuggente del mio. Mi turba l’abisso e’ vertigine attrae e mi respinge come un’onda Eleva e sommerge ossigena, toglie il respiro.   Marea, vento, pioggia non c’è sole qui solo nuvole rapide. Un cielo cupo, luttuoso avvolge, incanta evoca un passato.   Anima inquieta  che mi guardi  il cuore galoppa stordito  la musica cresce le mani tese annaspano nel nulla. Svanisci  nel vortice  di nere nubi e pensieri  Mi abbandoni  nel vuoto tetro.   Scatola di cristallo  fragile s’incrina si frantuma e’ polvere.   Una folata ruba ciò che resta scintilla intorno  … Continua a leggere Tu

Black butterfly

Sei come un sogno alato  -Black butterfly- Volteggi intorno a me Vorrei che ti posassi per un attimo  sulla mia mano aperta  per poterti ammirare  ma tu voli via  -perché devi volare- ed io vesto grigia nostalgia  e nero patimento  -non so volare- non posso raggiungerti  Rimango a bearmi del tuo volo  senza poterti avere  e resto a metà  -sospesa- afferro solo aria e illusioni e un senso di  desiderio  speranza incompletezza smarrimento e vuoto …    Continua a leggere Black butterfly

Nel mio giardino

  La foglia si stacca e volteggia indecisa come quando mi perdo e vaneggio impaurita   Si alza il vento schiaffeggia i rami come un’inquietudine sale ed è tempesta. Una pioggia battente mi bagna mi abbaglia il lampo e non vedo mi paralizza il gelo dell’inverno mentre per altri è primavera. Non odono il rumore, non sentono l’odore Non vedono il colore, non guardano neppure Non toccano il tronco, è freddo e sporco.   Io odo il fragore di alberi percossi Io sento questo odore è bosco, muschio e terra Lo vedo il colore il rosso impaziente, il nero del … Continua a leggere Nel mio giardino

Spazi Aperti

Un senso di nostalgia profonda ribolle, pervade, toglie il respiro come un’onda sommerge riporta a riva emozioni sopite, ricordi violenta il presente Confonde, ulula come un vento spettina, raggela, risveglia quel senso ancestrale di infinità  Lo sguardo vaga in spazi aperti il corpo sta l’anima galoppa altrove sfinita di libertà  una corsa selvaggia in un luogo senza tempo …  Continua a leggere Spazi Aperti