Un salto là ed uno qua

Risulta ridondante parlare di nuovo inizio, ma è la verità,

sembra che si debba trovare l’oro quando in realtà al mondo cambia poco,

ma cambia nel mio di mondo.

Pausa.

Metto i libri e gli appunti dentro al sacchetto della pattumiera,

lo chiudo con il cordino,

li affogo.

Li affogo lì in quello spazio circoscritto e li chiudo in soffitta,

ho fatto passi in più per scendere la scala,

ho alzato l’asticella delle priorità.

Mi sono anche posta due domande e se è così che deve andare: probabilmente sì.

Mi chiedo come mai la vita mi sottoponga continuamente a difficoltà, ma forse sono stimoli, infine le difficoltà si son dimostrate fin dalla nascita, ma ho sempre fatto due passi a destra, due a sinistra e le difficoltà le ho superate.

Ho pensato a cosa fosse il bene ed a cosa fosse il male,

ho trovato la risposta in una colonna sonora e ho deciso che quella avrebbe dovuto essere la colonna sonora della mia vita.

Ho sfogliato un libro e ne ho letto qualche pagina: era il capitolo che mi incuriosiva maggiormente. Ho ritrovato la felicità dentro a quelle cose. Ho riflettuto sulla seguente frase: Ebbene, oggi come allora, quel che si può mostrare in limiti così ristretti è il movimento allo stato puro, il movimento come cellula originaria, non ulteriormente riducibile, ma sufficiente a garantire lo sguardo. Una gratificazione che si spiega se si tiene conto di tutto quel che di meraviglioso è implicito nel movimento, anzi nel prodigio della sua ricostruzione artificiale, evocativa dell’aspirazione a carpire il segreto della vita.

La gratificazione dello sguardo. Il movimento come origine di un sentimento.

Ho ritrovato l’eccitazione primitiva e la serenità dinanzi a quelle parole, di come il movimento possa essere considerato alla base di tutto, basta pensare al fatto che io mi possa muovere nello spazio, che io mi possa muovere verso te e tu verso me.

Mi ritrovo continuamente nel limbo delle emozioni,

un salto là, un salto qua,

un sorriso, una smorfia.

Tutto è un salto continuo quasi fosse una sfida.

Una sfida a questa società dove si viene continuamente messi a prova su tutto: è questo il segreto, anche se, sembra un paradosso.

 

 

3 pensieri su “Un salto là ed uno qua

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.