Tu

DA25148C-762B-4D65-867C-1808E98DC026.jpeg

Tu.

Ardente il tuo sguardo 

si posa attento

sull’ombra sfuggente del mio.

Mi turba l’abisso

e’ vertigine

attrae e mi respinge

come un’onda

Eleva e sommerge

ossigena, toglie il respiro.

 

Marea, vento, pioggia

non c’è sole qui

solo nuvole rapide.

Un cielo cupo, luttuoso

avvolge, incanta

evoca un passato.

 

Anima inquieta 

che mi guardi 

il cuore galoppa stordito 

la musica cresce

le mani tese

annaspano nel nulla.

Svanisci 

nel vortice 

di nere nubi e pensieri 

Mi abbandoni 

nel vuoto tetro.

 

Scatola di cristallo 

fragile s’incrina

si frantuma

e’ polvere.

 

Una folata

ruba ciò che resta

scintilla intorno 

e indugia

Nei miei occhi 

rimane il riflesso

di una vita antica

In un suono che torna 

ti conosco

mi affido

ti cerco 

ma tutto quello che afferro

e’ solo un frammento dorato

Quel che resta di te

e’ aria tiepida e dolce 

carezza di oblio 

culla di ricordi dispersi. 

 

Malinconia post-concerto , Gennaio 2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.