Inutile ma impegnato preambolo (II parte)

Chiarito il motivo per cui scrivo, trovo opportuno spendere qualche parola, giusto qualche parola, su che cosa scrivo. Un poema in verso libero dal titolo ”Hèn pánta”. Piuttosto solenne e pretenzioso, non trovate? Scegliere il greco antico è scelta quantomai rischiosa e presuntuosa per uno che non lo ha studiato. Eppure ho trovato questa chiosa di Eraclito concettualmente adatta a ciò che volevo esprimere e ho voluto prenderla in prestito. Non temete, non mi soffermerò su questioni filosofiche, ermeneutiche o ontologiche. Quelle le lascio agli esperti e poi non interessano a nessuno. Dirò solo che significa ”tutte le cose sono Uno e l’Uno è tutte le cose”, o letteralmente, ”Uno Tutto” (Cfr. Heraclit., 22B 50 DK) e che l’ho trovato significativamente simile, assimilabile e accostabile a tantissime culture, filosofie e dottrine religiose e iniziatiche, tra cui l’induismo, il buddhismo, il neoplatonismo e le più svariate forme di misticismo, esoterismo, fino ad arrivare alla New Age, in un viaggio che copre le distanze siderali di spazio e tempo per arrivare a cogliere l’unità che sta dietro le quinte del cosmo visibile: l’Uno, appunto. In soldoni questo concetto presuppone un’unità prima e ultima alla quale inevitabilmente il molteplice converge. Non c’è trama. Non ne ha bisogno. È più che altro un poema di immagini evocate dalla musicalità delle parole che si susseguono come frame, fotogrammi, fotografie. Mi piace definirlo un poema visivo, sinfonico, sinestetico, dove la parola torna alla sua funzione ancestrale: movimento e suono; suono che fa da veicolo a significati profondi. Una rappresentazione rapsodica che può sembrare un delirio senza senso, e forse un po’ lo è, ma nessuna parola, nessuna virgola è messa a caso. Il misticismo di cui è intriso è mitigato e filtrato dalla mia intima e personale Weltanschauung che racconta una guerra. Una guerra che si combatte sotto pelle e in cui ogni santo giorno moriamo e risorgiamo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...