In che lingua?

In che lingua capisci le mie parole,

I miei baci, le mie carezze?

Sono stata così lontana.

Non so più misurare i passi

Con la misura di chi resta.

Se ti sgretoli nei miei abbracci

Come un dolce di pastafrolla

Non so più raccattare le briciole

In cambio di un tuffo al cuore.

In che lingua ascolti i sussurri,

Le allusioni, le delusioni?

Sono sempre così lontana.

Non so più mangiare pane

Che non sappia di sale.

Non so più sedere a tavola

E non essere straniera,

Studiare gesti, sguardi, sapori

Dare importanza agli odori.

In che lingua mi parli, è la mia?

Le canzoni, i calembour, i versi…

Io sono venuta da lontano,

Non sono piccola come ti sembravo,

Dall’orizzonte a te sono cresciuta

La mia fronte è salita fino alle tue labbra,

Che incastro perfetto! E adesso ti basterebbe

Tenermi in un palmo di mano?

Adesso che posso tenerti la mano?

In che lingua ci siamo gridati la vicinanza

Quando ci separava un quarto del mondo?

Sei così lontano adesso, e io

Non baratto gli eroi per fantasmi,

Le comparse in guerra

Per i protagonisti in gabbia.

Io ho già lasciato la bolla per i pesci,

La memoria di un minuto non mi basta.

In che lingua le labbra si muovono

E non dicono niente?

Può mai essere la nostra?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...