Cosa sei tu? (III)

Sento già una forza nuova. Indipendenza, libertà, anarchia. La forza che ci fa somigliare al vento. Fare quello che mi va di fare. E farlo con leggerezza. Non incatenatemi nelle vostre faziose dinamiche, nei vostri meccanismi istituzionali, nella vostra economia sociale, nel vostro ecosistema commerciale, nel vostro masticato moralismo.

Come ci riuscite?

con le vostre piccole certezze

le vostre piccole verità.

Leggete libri di sionisti

Vivete nel rancore e

nell’illusione capitalistica

dell’amore.

E nel nome di quell’illusione

costruite catene, recinti, morale.

Citando Allen Ginsberg:

”Nessuna morale oltre l’amore”.

Lasciatemi dormire. Svegliatemi solo quando smetterò di sognare. Risparmiatemi le vostre lagne e datemi solo l’amore di Cristo, di Krishna, di Shiva. Lasciamo a casa le parti che ci hanno assegnato e andiamo a braccio, scopiamo e basta. Godiamo e desideriamo davvero. Autentici desideri, autentiche voglie. Noi stessi, nessun altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...